Bastone e carota

Ammetto di essere un padre a volte rigido, più che a volte direi spesso. Parliamoci chiaro, non cattivo o duro, mi piace coccolare i miei figli e farmi baciare prima della nanna, intransigente forse è il termine migliore. Cosa vuol dire? Semplicemente cerco di farmi ubbidire nel bene o nel male e di mantenere una certa costanza nell'educazione dei tre figli.

Io e mia moglie abbiamo sempre cercato di impartire un'educazione ed una base solida per i nostri figli. So che là fuori le tentazioni sono infinite, ma almeno insegnare la differenza tra bene  e male mi sembra il mionimo.

I capricci sono sempre stati ignorati anche sotto bombardamenti di scenate alla Mario Merola. Se ci si deve andare a lavare ci si lava senza troppe storie. Se è ora di andare a letto non c'è "ultimo cartone" che tenga. Se un figlio deve prendere un castigo lo prende e lo sconta. A tavola si assaggia tutto, se poi non piace è un'altro discorso. Insomma non sto scoprendo l'acqua calda dell'educazione, ma di fronte a certi bambini maleducati e genitori menefreghisti, mi reputo un professionista dell'educazione infantile.

Mah ... poi forse c'è chi dice che siamo noi un disastro di genitori, anche perché chi sono io per giudicare gli altri, dico sempre ...

Comunque, molto onestamente, mi posso vantare che tutte le volte che le mie figlie stanno da amiche a mangiare o a dormire sono sempre complimenti su come si comportano. Poi a casa c'è sempre da litigare, ma almeno di loro mi posso fidare. E forse un pò è merito mio e di mia moglie.

Ho sempre cercato di essere equo nei riguardi di tutti e tre. Ciò che non sopportavo facesse una, pretendo che non lo faccia l'altro. Anche se spesso passando da un figlio all'altro o da un'età all'altra oppure da situazioni differenti potesse venire comodo cambiare opinione. Anzi è molto comodo soprassedere. Onestamente cerco di non farlo mai.

A volte mia moglie mi tira qualche gomitata, allora sto zitto. In alcuni casi probabilmente sono effettivamente troppo rigido ... 

Al di là di tutte queste belle parole, ho la grande che sta crescendo, che comincia ad essere curiosa, che pretende indipendenza. E ce ne stiamo accorgendo moltissimo in questi giorni in cui ha la gamba rotta ed a scuola non le fanno fare un passo senza sedia a rotelle. E lei da di matto, odia questa situazione in cui è "tenuta al guinzaglio" forzatamente.

La domanda amletica è, quindi: sta arrivando il momento in cui tutto il mio modo di essere sta andando a farsi fottere? Tra poco capire quando usare il bastone e quando la carota sarà molto molto duro ... e la linea di confine tra un equilibrio stabile ed uno instabile si sta assottigliando sempre di più...

L'adolescenza è alle porte ... che Dio mi abbia in gloria!!!

Adesso vi saluto.

Mi raccomando seguitemi su Instagram e se vi va scrivetemi le vostre perplessità da genitori.

Questi sono i miei siti, dateci un occhio:

https://www.simone-gavana.com/

https://gavana.wedding/